Io, la mia moglie e l’amante

Mi chiamo Francesco, ho 35 anni e ho una moglie di 28 anni, dalle forme sensuali, pronta a far ammalare qualsiasi uomo. Un pomeriggio, venendo dal mercato, metto la chiave nella porta, apro la porta ed entro. Mi imbatto in un paio di scarpe nere, sconosciute. A prima vista, ho pensato che un parente o un caro amico venisse a trovarci. Lascio i bagagli in cucina quando penso di sentire gemiti dalla camera da letto. Non ci potevo credere. Corro alla porta della camera da letto e la spalanco. L’immagine che mi è stata data di vedere mi ha scosso dalla testa ai piedi. Un individuo di circa 30 anni era seduto nel letto tra le gambe di mia moglie. La moglie è riuscita solo a tirare il lenzuolo sui suoi seni nudi. Invano cercava scuse, invano chiedeva perdono mentre io ero determinato a picchiare l’individuo. La mia moglie si alza dal letto e viene da me nel disperato tentativo di fermarmi. Il ragazzo cerca di scusarsi ma io esco dalla stanza, a quel punto la moglie con le lacrime agli occhi mi afferra per il centro e mi prega in ginocchio di non andarmene. Mi viene in mente un pensiero. Se è un circo, allora che sia un circo.

Torno da lei e glielo dico di prendere alla fine il cazzo visto era quello che voleva! E rimasta scioccata. Non avevo mai parlato così volgarmente prima e non avevo mai reagito così prima.

Mi ha visto cosi furioso che dalla paura si siede sulla schiena e aspetta nuovi ordini. Il ragazzo era in piedi sul bordo del letto e non disse niente e gli dico di continuare quello che stava facendo prima. Per paura di colpirlo, si è arrampicato sul letto, ha messo le gambe della moglie sulle sue spalle e ha inserito il suo cazzo nella vagina della mia moglie. All’inizio pompava lentamente ma poi iniziò ad aumentare il ritmo. Aveva cominciato a piacergli anche alla troia della moglie perché già si lamentava come se fosse stata rapita. Io stavo li in piedi e mi sentivo come in quei film porno gratis con video hard dove il marito guarda la moglie scopata da un altro. Entrambi mi stavano guardando. Ordino a mia moglie di prendere il cazzo del amante in bocca e comincia succhiarlo.

Lui la prende per la testa e inizia a metterle in bocca il suo membro eretto. Volevo che la mia moglie provasse l’umiliazione che ho provato quando sono entrato nella stanza e ho visto quella scena. Anche se non era normale, il mio cazzo aveva iniziato a salire. Mi spoglio facilmente e mi posiziono dietro la mia moglie. Metto il mio cazzo già molto duro all’ingresso dell’ano. La moglie si lascia guardare indietro ma non ce la fa più. Spingo più forte che posso e la slego. Ha urlato quanto i suoi polmoni potevano trattenere dal dolore e voleva uscire, solo che mi ero assicurato di tenerle bene i fianchi in modo che non scappasse. Volevo fargli del male. Ho pompato come un pazzo nel suo culo mentre la moglie continuava a lottare e cercava di uscire e succhiava il cazzo del amante. Tolgo il mio membro dal suo culo e lo inserisco nella sua vagina e inizio scoparla selvaggiamente finché non sento flussi di sperma caldo che inondarono il suo utero.